ginnastica del pavimento pelvico

Ginnastica del Pavimento Pelvico

In questa sezione andiamo a vedere più da vicino la ginnastica del pavimento pelvico, una tecnica di riabilitazione manuale, che diventerà poi la TUA pratica da svolgere a casa in modo completamente autonomo e gratuito! La ginnastica del pavimento pelvico è la ginnastica intima tutta al femminile che prevede il rinforzo della muscolatura atto a risolvere problemi come l’incontinenza urinaria e/o i dolori mestruali e che ti renderà maggiormente consapevole della zona. Una più precisa consapevolezza e coscienza del proprio corpo può portare importanti vantaggi anche sotto le lenzuola!

Non lasciamo niente al caso ed ecco perché durata e frequenza degli esercizi saranno altamente specifici in relazione alla valutazione iniziale, motivo del nostro primo incontro. È importante sapere che l’esecuzione di questi esercizi si può svolgere rimanendo vestiti.

Note “Storiche”

Gli esercizi per la ginnastica del pavimento pelvico sono stati ideati e sviluppati da un ginecologo americano, di nome Arnold Kegel, all’inizio degli anni ’50. Si tratta quindi di esercizi di recente sviluppo che Kegel ha però ricavato da pratiche già esistenti, come ad esempio la danza del ventre o la millenaria pratica dello yoga.

Esecuzione ed obiettivi

La ginnastica del pavimento pelvico prevede l’esecuzione di esercizi di contrazione e rilassamento della muscolatura pelvica con lo scopo di migliorarne il tono muscolare. Non devi però immaginare degli esercizi svolti con l’energia di quelli che si svolgono in palestra! In questo caso si tratta di esercizi facilmente riproducibili in ogni luogo: a casa, sul posto di lavoro, mentre fai un bagno rilassante. Sono invece esercizi estremamente discreti ed intimi.

Il fatto che questi esercizi siano facilmente riproducibili ti potrebbe far cadere nell’errore di eseguirli senza direzione e quindi in modo scorretto. È necessario prestare molta attenzione ad eseguire correttamente gli esercizi di Kegel. Facile riproduzione non è sempre sinonimo di esecuzione corretta. Per questo motivo verrai istruita dai nostri fisioterapisti professionisti nel modo migliore possibile, per eseguirli idoneamente, sempre con l’idea di farti trarre i migliori benefici possibili.

Metodo di esecuzione /quali sono gli esercizi

La prima, ASSOLUTA, regola che dovrai tenere presente nell’eseguire la Ginnastica del Pavimento Pelvico è che questi andranno svolti sempre con la vescica vuota. Questo suggerimento è vincente perché ti permetterà di avere una totale concentrazione sulla zona con la quale stai lavorando senza avere un motivo fastidioso di distrazione. Tutto questo favorirà il massimo rilassamento del pavimento pelvico e del tuo corpo.

La vescica vuota non comporta solo benefici legati all’esecuzione dell’esercizio ma anche ad evitare effetti indesiderati: esercizi a vescica piena possono provocare al contrario un indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico oltre a determinare, nel tempo, una difficoltà di completo svuotamento vescicale.

Vediamo ora, un passo alla volta, come dovrai eseguire gli esercizi di Kegel:

1) Eseguire la contrazione dei muscoli del pavimento pelvico e mantenere questa contrazione per 10 secondi circa. Questo breve arco di tempo all’inizio potrebbe sembrare un’eternità, non ti preoccupare, puoi iniziare anche con contrazioni della durata di 5 secondi e poi aumentare man mano questa tempistica.

2) Rilasciare la muscolatura con la medesima durata della contrazione

3) Fai attenzione a non contrarre altri gruppi muscolari come i glutei o i muscoli addominali. Anche queste sinergie potrebbero risultare di difficile esecuzione all’inizio, vedrai che con il tempo e l’esercizio riuscirai a controllarle efficacemente

4) Ripetere la sequenza appena descritta per 10 volte con una frequenza di 2-3 volte al giorno

5) Nell’eseguire questa sequenza di esercizi, al fine di svolgerli nel modo più efficace possibile, ricordati sempre di eseguire delle pause di rilassamento tra una contrazione e l’altra.

Talvolta un lavoro troppo frettoloso predispone ad un’iperstimolazione e conseguente ipertono dei muscoli del pavimento pelvico.
Anche questo tipo di situazione, l’ipertono appunto, è una caratteristica disfunzione del pavimento pelvico.

Vieni a trovarci per una valutazione del pavimento pelvico e capiamo insieme come eseguirli in modo corretto ed efficace!
Noi di Fisio4you ci prendiamo cura di te!

Cristina Piroddi

Cristina Piroddi

Fisioterapista dal 1997. Specializzata in Rieducazione Posturale e tecniche osteopatiche integrate, Linfodrenaggio Manuale, Rieducazione del pavimento pelvico, Massaggio connettivale, Riabilitazione post-chirurgica, Riabilitazione funzionale.

related posts

Cristina Piroddi

Cristina Piroddi

Fisioterapista dal 1997. Specializzata in Rieducazione Posturale e tecniche osteopatiche integrate, Linfodrenaggio Manuale, Rieducazione del pavimento pelvico, Massaggio connettivale, Riabilitazione post-chirurgica, Riabilitazione funzionale.

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email

TAG

Fisio4you specialisti nella cura e nel benessere del paziente

Condividi su:

Trending