Menu Close
Close

Trattamento della cicatrice

Che cos’è il trattamento della cicatrice?

Il trattamento della cicatrice è un intervento ormai irrinunciabile nell’ambito della terapia manuale quando ci si trova in condizioni patologiche che presentano questo tipo di problema. Anche in questo caso però dobbiamo prima di tutto spiegare in modo semplice ma efficace cosa sia una cicatrice, quali siano le cause che ne determinano l’insorgenza e le caratteristiche morfologiche. In seguito alla valutazione di questi elementi sarà possibile poi impostare il trattamento più adeguato possibile.

Che cos’è la cicatrice?

La cicatrice non è altro che il tessuto riparativo che il corpo crea in seguito ad una lesione. In particolare ci sarà un’elevata produzione delle fibre di collagene, motivo per il quale il tessuto cicatriziale sarà più fibroso, meno elastico, quindi differente dal tessuto esistete in precedenza.

La cicatrice oltre a risultare poco elastica perché ricca di tessuto connettivo denso (poco irrorato da vasi sanguigni e poco innervato), presenterà anche un colorito alterato, un rivestimento cutaneo fragile e l’assenza degli annessi cutanei caratteristici (questo elemento estetico ci è particolarmente chiaro quando vediamo una cicatrice della cute, la quale di solito è sempre abbastanza facile da riconoscere.

Quali sono le cause che determinano la formazione di una cicatrice?

Le cause che determinano la formazione di una cicatrice sono di diverso tipo, vediamo di seguito un breve elenco delle più comuni:
Cause chirurgiche: gli interventi chirurgici predispongono alla formazione delle cicatrici dagli aspetti estetici più ordinati e lineari, dove di solito si notano dei bordi abbastanza netti dei tessuti affrontati per garantire il processo di cicatrizzazione. Esempi abbastanza comuni di cicatrici post chirurgiche sono quelle da parto cesareo e post mastectomia.
Cause da trauma: questo gruppo raccoglie in sé un elevato tipo di condizioni che determinano poi la formazione di cicatrici. Troveremo cicatrici originate da ferite contuse, ferite lacere e lacero-contuse. In questi casi le cicatrici avranno facilmente dei bordi molto meno netti e lineari rispetto alle cicatrici chirurgiche.
Ustioni: determinano la formazione di cicatrici con caratteristiche relative all’ustione stessa. Quando si forma una cicatrice si possono evidenziare dei fenomeni definiti “difetti di cicatrizzazione”. I processi ripartivi dei tessuti cambiano da persona a persona in base a caratteristiche soggettive che non è possibile prevedere.

Quali sono i tipi di cicatrice?

Cheloide: la condizione di cicatrice più conosciuta sia dai fisioterapisti sia dai pazienti. In questo caso si riscontra una sorta di cordone rilevato rispetto alla pelle, talvolta ci sono delle piccole ramificazioni laterali ed in profondità.
È facilmente dolente

Cicatrice ipertrofica: in questo caso la cicatrice è più sollevata, larga e arrossata.

Cicatrice atrofica: determinata da difetti di cicatrizzazione per i quali la ferita si riapre.

Questa descrizione ci permette di valutarne tutte le caratteristiche ed impostare il trattamento della cicatrice nel modo migliore. Quando infatti ci troviamo di fronte ad una cicatrice dobbiamo pensare che i tessuti interessati non sono solo quelli che vediamo in superficie, spesso la cicatrice si sviluppa in profondità. In presenza di queste caratteristiche i tessuti cutaneo, sottocutaneo e fasciale si incollano letteralmente uno sopra l’altro e per questo non possono scorrere liberamente.

In questo caso si parla di aderenze della cicatrice. Questa è la situazione caratteristica nella quale una cicatrice si “incolla” diventando maggiormente rigida. I tessuti si muovono poco e male, l’afflusso di sangue dei tessuti circostanti è ostacolato determinando dolore e spesso crea delle limitazioni funzionali anche a distanza rispetto alla sede cicatriziale!

Il trattamento della cicatrice quindi si basa su un lavoro manuale che permette di rendere la cicatrice più elastica liberandola dalle aderenze. Tramite la stimolazione meccanica che si applica sui tessuti cutaneo, sottocutaneo e fasciale, si permette al microcircolo vascolare di riossigenare adeguatamente i tessuti. Il beneficio che avrà la cicatrice, perché meno rigida e più ossigenata, permetterà anche alle terminazioni nervose di ripristinare la loro normale funzionalità riducendo il sintomo dolore.

Il trattamento della cicatrice può essere eseguito anche su vecchie ferite con ottimi risultati!

Possiamo aiutarti a ripristinare una corretta mobilità ripristinando un equilibrio funzionale sia utilizzando tecniche di terapia manuale sia strumentale.

Ti aspettiamo per impostare il trattamento della cicatrice più adatto a te

Effettuiamo anche la terapia a domicilio

Convenzionati

fisio4you convenzioni
fisio4youlogo